Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Giardinaggio

L’attività svolta da vivaisti e giardinieri consiste nella produzione e manutenzione di piante da destinare alla realizzazione di impianti arborei, arbustivi ed erbacei.
Il ciclo lavorativo di questo settore è contraddistinto dalla propagazione, dall’impianto coltura, dalle operazioni colturali e dalla raccolta.
In queste fasi di lavorazione gli operatori sono esposti ad una serie di rischi, tra i quali il rischio biologico.

Nello specifico, la presenza del batterio Clostridium Tetani in un terreno contaminato può determinare nei soggetti coinvolti in queste procedure un’infezione per contatto e, di conseguenza, il tetano.
Tra le misure di prevenzione che vivaisti e giardinieri devono adottare per salvaguardare la propria salute nello svolgimento delle mansioni, vi è l’uso di appositi strumenti per la sicurezza personale.

Riguardo ai dispositivi di protezione individuale, i giardinieri devono indossare guanti, occhiali e mascherine idonei per difendersi da polveri potenzialmente presenti nell’ambiente in cui operano.