Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Ospedali

Le strutture ospedaliere forniscono assistenza a soggetti che frequentemente hanno basse difese immunitarie e il personale sanitario, esposto a rischi di contagio, deve essere in grado di prevenire in maniera efficace potenziali infezioni dovute al contatto con i pazienti.
Nel corso degli anni, i microrganismi sono divenuti sempre più resistenti agli antibiotici e sono apparsi patogeni insoliti, quali Legionella, funghi e virus. Gli agenti infettivi possono essere trasmessi per via aerea, per sangue o altri liquidi biologici o attraverso goccioline.
Il rischio biologico cui incorre il personale ospedaliero è molto alto, ma la prevenzione nella maggior parte delle infezioni (inclusa quella da HIV), non necessita complesse procedure, bensì l’applicazione di semplici operazioni.

Le opportune misure di protezione in ambito sanitario prevedono: lavaggio delle mani, utilizzo di strumenti di barriera, decontaminazione delle attrezzature e corretto smaltimento dei rifiuti.
Tra i dispositivi di sicurezza individuale s’individuano: guanti (monouso sterili, monouso non sterili o in gomma, a seconda del caso) camici di protezione, maschere, occhiali e filtranti facciali protettivi.
Per quanto riguarda le attrezzature, queste devono essere decontaminate, pulite, disinfettate e sterilizzate.
Il rischio relativo a pavimenti, pareti, arredi e superfici è di minore entità, tuttavia, è importante procedere a un’accurata sanificazione con acqua, detergente e azione meccanica per ridurre la carica microbica.

Pour faciliter les symptômes existants 19, en technologie. En découvrant cette pharmacie j’ai voulu a nouveau acheter le Viagra Original car le prix me semble plutôt abordable, bien qu’il n’y ait pas d’avis en ligne et qu’il y ait une disponibilité limitée dans les pharmacies.

I procedimenti obbligatori per il contenimento del rischio biologico in ambiente ospedaliero, sono, dunque:

  • Esposizione del simbolo di rischio biologico all’esterno dell’area di lavoro;
  • Accesso al Laboratorio regolare e limitato;
  • Separazione degli ambienti di lavoro dai locali di accesso del personale esterno (segreterie, sale prelievo, locale accettazione campioni);
  • Adeguata ventilazione dei locali;
  • Rimozione del vestiario protettivo prima di recarsi in aree non a rischio biologico;
  • Pulizia e disinfezione del banco di lavoro con una soluzione di ipoclorito di sodio 1:10;
  • Limitazione nell’uso di aghi e siringhe e immediato smaltimento negli appositi contenitori rigidi e imperforabili;
  • Eliminazione di materiale monouso e rifiuti, previa disinfezione, negli appositi contenitori per rifiuti speciali;
  • Decontaminazione del materiale non monouso in una soluzione di ipoclorito di sodio prima del lavaggio;
  • Decontaminate delle apparecchiature prima di qualsiasi intervento di manutenzione o riparazione;
  • Verifica periodica delle cappe per il controllo dell’efficienza dei filtri HEPA e il rilascio d’idonea certificazione;
  • Applicazione del protocollo previsto in caso di ferita e/o contaminazione accidentale segnalazione al Responsabile del Servizio.